IL PRIMO E UNICO PORTALE IN ITALIA DEDICATO AI GATTINI NEONATI, IN SVEZZAMENTO E IN CRESCITA

Adottare un gattino > Adozione
campanellino gatti

No al campanellino al collo dei gatti!

Spesso vedo gatti che indossano un collarino con campanellino.

Passeggiando tra gli scaffali del pet shop ho notato che tutti i collarini per gatti hanno già agganciato il campanellino. Così ho cercato online e ho trovato la stessa situazione: centinaia di modelli, colorati, fosforescenti, con papillon, con decori vari e sempre con il campanellino attaccato.

Ho rabbrividito all'idea che, al giorno d'oggi, sia ancora così scarsa la corretta cultura sul mondo felino! Chi non si informa adeguatamente, vedendo cosa proponde il mercato, può semplicemente ritenere scontato che il collarino del gatto debba prevedere un campanellino.

Io ti consiglio fermamente di NON usare il campanellino al collo dei gatti!

  • Il tintinnio continuo per il gatto è una vera e propria tortura che provoca fastidio e nervosismo, fino ad arrivare allo stress vero e proprio (il quale può, a sua volta, causare serie patologie): il gatto è per sua natura un animale schivo e silenzioso ed avere un continuo rumore che viene prodotto ad ogni suo movimento è contrario alla natura di questo felino.
  • Il campanellino può portare problemi anche gravi all'udito del gatto. Il sonaglio emette un rumore troppo forte per il suo udito sensibilissimo.

Tu vivresti con un campanaccio attaccato al collo, che suona ad ogni tuo minimo movimento? Certamente no.

Pericolo in agguato del campanellino per i gatti

Non è raro che il gatto, nel tentativo di togliersi il disturbo del campanellino, attivi dei comportamenti auto-lesionistici o addirittura casi in cui si è soffocato con il collare carcando di toglierselo.

Una nota a parte, infatti, va dedicata al collare. Meglio non utilizzarlo sui gatti (leggi qui perchè), ma, se proprio non puoi farne a meno, utilizza un modello con fibbia di sicurezza a sgancio rapido, che si apre quando l’animale rimane impigliato: sono troppi i casi di gatti che muoiono impiccati a causa dei collari.

Un'ultima domanda: hai già considerato di applicare al tuo gatto/gattino il microchip? O ne è già provvisto? Qui ti spiego come la penso in fatto di microchip.




Chi sono

 

Sono Ilaria, dal 2014 mi occupo di gattini neonati e in crescita. Non ho mai creduto nelle frasi quali “la natura deve fare il suo corso” o “senza mamma non ha speranze”.

C’è quasi una rassegnazione al fatto che una parte dei gattini neonati sia destinata a non sopravvivere.

Sono una Consulente certificata in comportamento felino e una studiosa appassionata di gattini, con una ampia esperienza in merito. Ho creato il primo e unico portale in Italia dedicato al mondo dei gattini in crescita, dove ho raccolto informazioni utili che possono aiutare a ridurre i tassi di mortalità dei gattini e consigli pratici per chi li accudisce. Non sono un medico veterinario, al quale ti consiglio di rivolgerti per ogni problematica del tuo gattino.

 

DISCLAIMER:

Ogni articolo è puramente informativo, non sono un medico veterinario e non ho la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari, né realizzare alcun tipo di diagnosi.

In nessun caso le informazioni racchiuse in questo blog informazioni possono costituire indicazione di un trattamento possibile o la prescrizione di un trattamento medico oppure sostituire la visita e/o il rapporto diretto con un veterinario. Prima della somministrazione di qualsiasi farmaco o in presenza di qualsiasi tipo di malessere invito il lettore a contattare prontamente il veterinario.

Eventuali decisioni prese dal lettore sulla base delle informazioni riportate in questo blog, sono assunte in piena autonomia decisionale e a proprio rischio. Qualora il gatto stia male, invito sempre a contattare immediatamente il veterinario.

Tutte le informazioni del sito laryeilmondodeigattini.it derivano da esperienze personali, informazioni raccolte da studi clinici e/o articoli scientifici di pubblico dominio, da fonti bibliografiche citate o da materiale di libera consultazione sul web, pertanto sono da intendersi esclusivamente a scopo informativo, senza essere in alcun modo legalmente perseguibili e quindi non si accettano responsabilità per danni derivati dall’uso di queste informazioni. I contenuti del sito sono da intendersi come approfondimento culturale: non sostituiscono la diagnosi e il rapporto diretto con un veterinario.

 

 

 

 

Ultimi articoli