Attrezzature e spazio per il neonato > Gattino neonato

Quale latte utilizzare per il gattino

Hai trovato un gattino neonato orfano e hai deciso di occupartene tu: probabilmente ti sei recato dal veterinario e contemporaneamente hai spulciato pagine e pagine online nel tentativo di reperire ogni informazione utile a farlo sopravvivere.

Qui viene il bello, perchè riceverai tantissime informazioni, spesso anche contrastanti tra loro... e allora? Che latte usare? Ricetta casalinga, il primo latte trovato nel negozio più vicino a casa o che altro?

Un OTTIMO latte è il primo passo per garantire la sopravvivenza del gattino ed evitare complicazioni. Per la mia esperienza (e per l’esperienza di persone che accudiscono decine di gattini ogni anno, con le quali mi confronto quotidianamente), posso consigliarti con serenità alcune marche di latte artificiale, le quali non danno, in genere, problemi al gattino.

In ordine di mia preferenza sono:

  • KMR gradito il sapore, ottima la composizione, contiene colostro
  • TRAINER ottima la composizione, contiene colostro
  • ROYAL CANIN buona la composizione, anche se ultimamente ha causato alcuni problemi di malassorbimento (in questo caso noterai nelle feci piccoli pallini biancastri simili a mini-chicci di riso): si può risolvere questo problema smezzandolo con il latte di capra intero (50% Royal Canin + 50% latte di capra INTERO, mescolati assieme). E' un latte che non contiene colostro, eventualmente lo si può integrare con enteromicro pasta (fermenti lattici che lo contengono e sono reperibili in farmacia oppure online).

In emergenza

Eventualmente può essere utilizzato anche il LATTE DI CAPRA INTERO, possibilmente non a lunga conservazione, ma fresco (lo trovi al supermercato nel banco frigo o nei negozi di prodotti biologici). Questo latte va però aggiunto di vitamine (Pasta VMP per gatti, secondo il dosaggio riportato nella confezione oppure BeTotal Sciroppo nella quantità di 1 goccia ogni 100 gr di peso del gattino, al giorno). Non contiene colostro che eventualmente si può integrare con enteromicro pasta. Mi permetto di sottolineare di scegliere il latte di capra intero e non parzialmente scremato: quest'ultimo sarebbe veramente troppo troppo povero di nutrienti per crescere il gattino.

La comparazione dei parametri di composizione di latte diversi

Alcune persone mi hanno chiesto se potevano utilizzare latte artificiale per bambini, ma come puoi verificare tu stesso dalla composizione del latte di donna, questo latte si discosta completamente dal latte di gatta. Nota che anche il latte di capra è un latte povero rispetto al latte di gatta, tuttavia, in genere, non causa gravi problematiche o intolleranze.

Di seguito ti riporto i parametri di composizione in gr del latte di gatta, capra e donna, per 100 gr:

  • GATTA:

Proteine 9

Lattosio 5

Grasso 5

Acqua 80

  • CAPRA:

Proteine 4

Lattosio 4,5

Grasso 4,3

Acqua 86

  • DONNA:

Proteine 0,9

Lattosio 7,2

Grasso 3,5

Acqua 88

No latte vaccino e no alle ricette casalinghe

Non utilizzare MAI il latte di mucca e non ti consiglio di cimentarti in ricette casalinghe: al di là che prevedono la manipolazione dell'uovo crudo (che può esporre il gattino a gravissimi rischi batterici), al giorno d’oggi esistono formulazioni specifiche apposite per i neonati di gatto oppure, come unica alternativa, puoi utilizzare il latte di capra intero: in linea generale questo latte non dà problemi di grave natura.

In commercio esistono molte altre marche di latte artificiale: io ti consiglio le marche indicate sopra che ti metteranno al riparo da diarree importanti, malassorbimento e coliche che potrebbero far morire il gattino.  

Ricapitolando: procurati il prima possibile (anche ordinandolo online) il latte artificiale specifico per gattini di una delle tre marche che ti ho indicato sopra. Nel frattempo puoi tamponare somministrando il latte di capra INTERO possibilmente fresco (banco frigo nei supermercati o negozi di prodotti biologici).

Un appunto sul latte di capra: come hai notato tu stesso dai parametri di composizione, non è il latte ideale, poiché:

  • il gattino faticherà a prendere peso
  • è un latte che tende a dare stitichezza
  • in particolare verso la terza settimana di vita, il gattino assumerà un comportamento “da pazzo” al momento della poppata, perché in questo periodo le sue esigenze nutrizionali raggiungono l’apice e il latte di capra non si rivela sufficiente

tuttavia in genere non causa problematiche di malassorbimento, coliche o diarrea, anzi, in casi di gattini intolleranti al latte artificiale, può essere l'unica alternativa.

Per concludere ti ricordo che qualunque passaggio di alimento nel gattino deve avvenire in modo graduale. Se vuoi fare un passaggio perfetto in questo articolo ti riporto lo schema per fare il passaggio da un latte ad un altro.

Ti raccomando anche l'importanza di sterilizzare le attrezzature per la somministrazione del latte, leggi questo mio articolo dedicato.

chi sono

Sono Ilaria, dal 2014 soccorro gattini neonati orfani o abbandonati. Studio tutto ciò che riguarda la loro crescita e mi sto formando come consulente in relazione felina per curare con attenzione il loro sviluppo comportamentale. Questo blog vuole essere un piccolo spazio in cui racchiudere quante più informazioni possibili sul piccolo, delicato e meraviglioso mondo dei gattini.

Ultimi articoli