Gattino orfano 0-4 settimane > Gattino neonato

Fare il bidet al gattino

Stai allattando un gattino e lo trovi bagnato di pipì o sporco di cacca e magari lo trovi spesso in queste condizioni: come risolvere?

La pulizia di mamma gatta come punto di riferimento assoluto

Credo che chiunque abbia avuto un gatto abbia ben chiara la sua estrema pulizia, l’assidua e la scrupolosa cura del suo corpo.

Un gatto trascorre ore a lavarsi e una mamma gatta, allo stesso modo, trascorre ore a lavare accuratamente i suoi gattini, e li mantiene sempre belli, soffici e pulitissimi.

Quando mamma gatta non c’è più e sei tu ad occuparti del gattino devi avere sempre bene a mente come lo terrebbe la sua mamma gatta! Ci sono molti falsi miti che girano, ma chiariamo subito una cosa: un gattino sporco di cacca o inzuppato di pipì va lavato. E va lavato bene.

Ho visto una gattina con ustioni da pipì e feci che ha rischiato per un soffio la morte da quanto gravi e profonde erano diventate le ferite.

Quindi, ogni volta che trovi il gattino bagnato di pipì o sporco di cacca solo a metà, diciamo dalla vita in giù puoi procedere a fare un veloce bidet al posto del bagnetto completo.

Come procedere per fare il bidet

Segui questi passaggi:

  • Indossa i guanti monouso, se preferisci
  • Prepara il bagno scaldandolo se necessario e chiudendo porte e finestre
  • Tieni a portata di mano un sapone delicato, un asciugamano e il phon già attacato alla presa
  • Fai scorrere l'acqua finchè non esce a circa 38°
  • Tieni a portata di mano un sapone delicato, un asciugamano e il phon già attaccato alla presa
  • Fai scorrere l’acqua finché non esce a circa 38’ (devi sentirla gradevole e caldina al polso)
  • Lava il cucciolo direttamente sotto l’acqua corrente, bagnando solo la metà inferiore del corpo.
  • Tieni il gattino con una mano sotto alle ascelle ben salda e l’altra che lava bene le parti intime, sotto la coda e soprattutto la zona che va dall’attacco della coda all’articolazione della zampa, dove facilmente si formano incrostazioni di urina e poi ragadi. Puoi aiutarti con una spugnetta per neonati se preferisci, ma sii delicatissimo.
  • Sciacqua il gattino e poi frizionalo con un asciugamano, friziona una zampetta alla volta e la coda, in modo da togliere quasi completamente l’eccesso di acqua.
  • A questo punto è quasi asciutto ma va comunque asciugato completamente col phon a basso voltaggio finché non sara’ perfettamente asciutto, prima di rimetterlo a nanna vicino ad una fonte di calore. Puoi fare il bidet al gattino ogni volta che lo troverai sporco! E’ un’operazione veloce e mantiene il micino a riparo da arrossamenti, incrostazioni, ragadi e ustioni da pipì e feci.

Se vuoi guardare come procedere per fare il bidet al gattino, guarda il mio video dedicato!

chi sono

Sono Ilaria, mi occupo da sempre di gatti e dal 2014 soccorro in particolare gattini neonati, orfani o abbandonati. Amo studiare tutto ciò che riguarda la loro crescita e i problemi che incontrano per sopravvivere. Sono Consulente in Relazione Felina e vorrei promuovere la giusta informazione sul complesso comportamento dei gatti. Questo blog nasce dal desiderio di racchiudere quante più informazioni possibili sul piccolo, delicato e meraviglioso mondo dei gattini, per fare in modo che chiunque possa, a sua volta, salvare una vita nel migliore dei modi.

Ultimi articoli