Gattino orfano 0-4 settimane > Gattino neonato

Il gattino non fa la cacca!

Quando allatti artificialmente un gattino capita, soprattutto durante i primi giorni, che il gattino non faccia la cacca, anche se viene regolarmente stimolato.

In cambio di latte repentino (dal latte di mamma gatta al latte artificiale) non ha dato all’intestino delicato del gattino il tempo di adattarsi e si può formare una massa fecale dura e secca, che il gattino fa fatica a espellere.

Questa massa impedisce l’evacuazione delle feci e può causare un’ostruzione intestinale se non si interviene.

Quando intervenire

Se il gattino non fa la cacca per 48/72 ore, bisogna intervenire. Quindi puoi aspettare, ma al massimo al 3° giorno è necessario aiutarlo a sbloccarsi. Non è indispensabile che il gattino evacui ogni giorno, nè tantomeno ad ogni pasto.

La stitichezza può essere dovuta anche al latte che si utilizza e quindi questa regola vale  durante tutto il periodo dell’allattamento del gattino: se non fa la cacca, al 3° giorno bisogna provvedere affinchè la faccia.

Come procedere

  • Acquista in farmacia un microclisma per bambini neonati: i microclismi si presentano come piccole pipette a stantuffo e contengono glicerolo ed emollienti.
  • Apri la pipetta, fai uscire una goccia di prodotto e ungi la punta della pipetta.
  • Metti sotto al gattino un telo o della carta, per non sporcare.
  • Infila delicatamente nell’ano la punta della pipetta
  • Premi lo stantuffo e fai uscire una piccola quantità pari a circa 1/3 della pipetta. Non focalizzarti eccessivamente sulla quantità, serve solamente ad ammorbidire e lubrificare l’intestino per facilitare l’espulsione delle feci
  • Attendi qualche minuto prima di stimolare nuovamente il gattino (3/4 minuti). Tienilo a pancia in giù, in modo che possa puntare le zampette per spingere. Dopo la stimolazione, dovrebbe evacuare.
  • Probabilmente noterai che la prima parte delle feci è molto secca e dura; di seguito usciranno le feci di consistenza normale.

Tre consigli importanti

1. Quando il gattino non evacua da 3 giorni e fai il clisterino, procedi con questa operazione PRIMA della poppata. Un gattino intasato ha dei forti premiti dopo essere stato stimolato e può rigurgitare il latte appena assunto, col rischio che gli vada di traverso. Ecco perchè nuovamente ti consiglio di stimolarlo tenendolo a pancia in giù.

2. Dopo aver effettuato il clisterino, se il gattino non dovesse evacuare o dovesse espellere solo una esigua quantità di feci (1-2 cm), puoi riprovare con l’operazione al pasto successivo, con la stessa modalità. Non devono trascorrere più di 3 giorni senza che il gattino faccia i bisognini.

3. Dopo aver fatto il clisterino, è possibile che il gattino faccia ancora la cacca autonomamente nelle ore successive e quindi potresti trovarlo imbrattato alla poppata successiva: ti raccomando di lavarlo accuratamente e di rimuovere i residui di feci dalla pelle e dal pelo. In questo articolo ti spiego come fare il bidet al gattino.

Da controllare quotidianamente

Ti consiglio di controllare, come abitudine generale, anche la quantità di feci effettivamente espulse. Talvolta il gattino fa pochissima cacca seppure ogni giorno, ma questo non gli permette di liberarsi completamente e può comunque insorgere col passare dei giorni un blocco intestinale. Anche in questo caso il clisterino può venire d'aiuto.

chi sono

Sono Ilaria, dal 2014 soccorro gattini neonati orfani o abbandonati. Studio tutto ciò che riguarda la loro crescita e mi sto formando come consulente in relazione felina per curare con attenzione il loro sviluppo comportamentale. Questo blog vuole essere un piccolo spazio in cui racchiudere quante più informazioni possibili sul piccolo, delicato e meraviglioso mondo dei gattini.

Ultimi articoli