IL PRIMO E UNICO PORTALE IN ITALIA DEDICATO AI GATTINI NEONATI, IN SVEZZAMENTO E IN CRESCITA

Gioco > Gattino svezzato

Il gioco esplorativo: le scatole

Il gatto è un esploratore nato: se osservi un gatto che vive libero non potrai non notare quanto sia portato ad esplorare nuovi luoghi, odori, spazi...sempre con la grazia felina che lo contraddistingue.

Ma se il gatto o il gattino non ha la possibilità di vivere liberamente lo spazio? Se è costretto a restare in un gabbione di degenza o in una stanza di isolamento magari per 15 giorni o un mese?

Sto pensando a quei mici in quarantena o che devono rimanere in un luogo circoscritto perchè infettivi, ma sto anche pensando a tutti i gatti che vivono solo in appartamento, senza la possibilità di uscire all’aperto a cercare stimoli nuovi e interessanti.

Ci sono modi molto semplici, a costo zero e replicabili infinite volte, per intrattenere il gatto in queste situazioni! Perchè... se hai gatti piace espolrare, diamo loro qualcosa da esplorare!

Gli scatoloni per ampliare l'orizzonte

Puoi di ricavare dei giochi-cuccia da scatoloni, magari appendendoci qualche pendaglio di riciclo, che il gatto possa far dondolare.

Meglio praticare sempre un foro di uscita, in modo che, qualora lo scatolone si capovolgesse, il gatto abbia la possibilità di uscire facilmente. Ricorda di adattare la dimensione del foro alla grandezza del gatto. Ho notato che ai mici piacciono molto i fori rotondi e personalmente li ritaglio prendendo la misura di un piatto da frutta!

Volendo puoi chiudere le ali dello scatolone, ma puoi anche lasciarlo aperto. All'interno puoi mettere qualche croccantino o qualche bocconcino prelibato (il gatto dovrà ragionare un po' su come riuscire ad afferrarlo se magari si infila nell'angolo) o puoi mettere un oggetto interessante che possa simulare una piccola preda per il gatto.

Gli scatoloni piacciono tantissimo ai gatti perchè permettono loro di nascondersi, di saltarci dentro, di giocare, ci entrano ed escono, ci dormono, spesso graffiano il cartone usandoli anche come tiragraffi, li mordono e li rompono.

Ho ospitato dei gattini che erano dei veri appassionati di distruzione-scatoloni: in una giornata erano in grado di farli in mille pezzi! In genere non c’è pericolo perchè i gatti li distruggono ma non li ingoiano, infatti se il micio ingoia delle sostanze diverse dal cibo sicuramente ha un problema comportamentale che andrà affrontato, ma nella maggior parte dei casi non è questo il problema e il micio è proprio spinto alla distruzione per divertimento.

Se ospiti ospiti dei gattini puoi lasciare a disposizione nello spazio a loro dedicato, almeno 2-3 scatoloncini e se invece i gatti sono tuoi, ti consiglio di lasciare sempre qualche scatolone in giro per casa: lo scatoloncino è un gioco che ha sempre una grande attrattiva ed ogni gatto  avrà il suo modo di giocare e di interagire con lo scatolone stesso. Ci sono scatoloni che diventano un vero e proprio must e vengono usati tantissimo dai gatti, altri per i quali viene perso l’interesse in poco tempo: questo può dipendere anche dalla dimensione e dal loro posizionamento. Un po’ alla volta, sono sicura che scoprirai anche tu cosa preferisce quel gatto.

Un gioco a tempo determinato

Ricorda che il gioco di esplorazione è un gioco che si esaurisce in breve tempo e quindi richiede sempre stimoli nuovi. Il gatto sarà molto attratto all'inizio, ma col passare delle ore o dei giorni, lo scatolone potrebbe disinteressare completamente il gatto, semplicemente perchè è stato già esplorato in ogni sua parte.

Il consiglio è di lasciare a disposizione un numero fisso di almeno 2-3 scatoloni, ma di cambiarli spesso:  ad esempio, se i gatti sono di proprietà potresti tenere sei scatoloni utilizzandone tre alla volta e turnandoli, mentre lascerai gli altri tre in un magazzino. Ruoterai ogni due/tre giorni gli scatoloni che terrai in casa. Sappi che, dopo un pò, il gatto perdererà l’interesse per tutti e 6 gli scatoloni.  Al giorno d’oggi però lo scatolone  è una cosa che tutti noi abbiamo facilmente a casa: ci arrivano pacchi, li possiamo trovare al supermercato o procurarceli con estrema facilità e non sarà difficile reperirne sempre di nuovi!

In commercio ci sono migliaia di giochi a disposizione e c’è solo l’imbarazzo della scelta, tuttavia non sempre tutti i giochi sono davvero a misura del benessere emotivo del gatto. Spesso una cosa semplice, ma inserita con cognizione di causa, per il gatto è molto più utile e gradita.

Cimentati anche tu con un po’ di inventiva e crea rifugi-gioco e labirinti di scatoloni!

Se vuoi scoprire come attrezzare al meglio lo spazio per un gattino dalle 6 alle 12 settimane, in modo sicuro e divertente, puoi leggere questo articolo, mentre se vuoi approfondire l'educazione al gioco clicca qui!

Chi sono

 

Sono Ilaria, dal 2014 mi occupo di gattini neonati e in crescita. Non ho mai creduto nelle frasi quali “la natura deve fare il suo corso” o “senza mamma non ha speranze”.

C’è quasi una rassegnazione al fatto che una parte dei gattini neonati sia destinata a non sopravvivere.

Sono una Consulente certificata in comportamento felino e una studiosa appassionata di gattini, con una ampia esperienza in merito. Ho creato il primo e unico portale in Italia dedicato al mondo dei gattini in crescita, dove ho raccolto informazioni utili che possono aiutare a ridurre i tassi di mortalità dei gattini e consigli pratici per chi li accudisce. Non sono un medico veterinario, al quale ti consiglio di rivolgerti per ogni problematica del tuo gattino.

 

DISCLAIMER:

Ogni articolo è puramente informativo, non sono un medico veterinario e non ho la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari, né realizzare alcun tipo di diagnosi.

In nessun caso le informazioni racchiuse in questo blog informazioni possono costituire indicazione di un trattamento possibile o la prescrizione di un trattamento medico oppure sostituire la visita e/o il rapporto diretto con un veterinario. Prima della somministrazione di qualsiasi farmaco o in presenza di qualsiasi tipo di malessere invito il lettore a contattare prontamente il veterinario.

Eventuali decisioni prese dal lettore sulla base delle informazioni riportate in questo blog, sono assunte in piena autonomia decisionale e a proprio rischio. Qualora il gatto stia male, invito sempre a contattare immediatamente il veterinario.

Tutte le informazioni del sito laryeilmondodeigattini.it derivano da esperienze personali, informazioni raccolte da studi clinici e/o articoli scientifici di pubblico dominio, da fonti bibliografiche citate o da materiale di libera consultazione sul web, pertanto sono da intendersi esclusivamente a scopo informativo, senza essere in alcun modo legalmente perseguibili e quindi non si accettano responsabilità per danni derivati dall’uso di queste informazioni. I contenuti del sito sono da intendersi come approfondimento culturale: non sostituiscono la diagnosi e il rapporto diretto con un veterinario.

 

 

 

 

Ultimi articoli