Gattino neonato

Il colore della cacca del gattino ci dice come sta

Uno degli aspetti che preoccupa più spesso chi si occupa di un gattino è… la cacca! Eh sì, la santa cacca che angoscia così tanto: ne fa tanta, non la fa, che colore ha, è troppo dura, è troppo liquida… 

In questo articolo, in modo schematico, cerco di darti indicazioni immediate su colore e consistenza delle feci del gattino e come puoi eventualmente intervenire.

La consistenza delle feci del gattino neonato

Le feci di un gattino dovrebbero avere la consistenza del dentifricio, per intenderci.

Se le feci hanno una consistenza più liquida della pasta dentifricia ti devono allarmare: la diarrea nel gattino causa velocemente disidratazione e può portare alla morte. Consulta immediatamente il veterinario in caso di diarrea, non attendere sperando che passi o che arrivi il lunedì mattina…potrebbe essere troppo tardi. 

Se invece noti che il micio si sforza per fare cacca o se non evacua da più di 2-3 giorni può essere costipato e va assolutamente aiutato a defecare. Anche se il micio espelle solo piccoli pezzetti duri di feci, seppur ogni giorno, dovresti aiutarlo a liberarsi completamente: potrebbe crearsi un blocco intestinale. In questo articolo ti spiego come puoi intervenire tu stesso per aiutarlo, in alternativa, se non te la senti, fatti aiutare dal veterinario per procedere con il clisterino. 

ATTENZIONE: che tipo di latte stai somministrando?

Ricorda che molto spesso diarrea, costipazione o colorazione anomala del latte possono essere dovuti anche al tipo di latte con cui stai nutrendo il gattino: se utilizzi uno dei tipi di latte che consiglio ridurrai drasticamente problemi gastro-intestinali. Molti tipi di latte artificiale, purtroppo, hanno causato moltissimi problemi ai gattini, quindi presta molta attenzione a quale tipo stai utilizzando. In questi articoli trovi i tipi di latte che consiglio e come passare da un latte all’altro.

Colore della cacca del gattino

Ora, schematicamente, partirò dal colore delle feci e ti darò alcune informazioni in merito, in modo che se vedrai cacca “strana” potrai subito avere un’idea di cosa potrebbe indicare e come eventualmente intervenire.

  • MARRONE: feci marroni, solide e formate, a forma di mini-cacca sono normali in un gattino svezzato. Non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Feci sciolte, maleodoranti, possono indicare parassiti intestinali: provvedi a raccogliere un campione di feci e portale ad esaminare dal veterinario per valutare se sia necessario un intervento farmacologico.

  • GIALLO-MOSTARDA: questo è il normale colore delle feci di un gattino allattato dalla mamma o con latte artificiale. A svezzamento appena iniziato, le feci passano in modo graduale da questo colore al marrone. La consistenza normale e fisiologica che indica che tutto prosegue al meglio, è quella del dentifricio.
  • PRESENZA DI SANGUE ROSSO: sangue rosso vivo nelle feci (spesso accompagnate da irritazione all’ano) indicano una infiammazione nella parte bassa dell’intestino, che può essere dovuto ad un’infezione batterica o virale o anche ad una colica. Consulta il veterinario, tempestivamente se noti molto sangue nelle feci.
  • NERO: se il gattino ha 1-2 giorni ed evacua feci molto scure, viscose, quasi nere, talvolta con un riflesso verdastro, si tratta del meconio, ovvero le prime feci che vengono espulse dopo la nascita. L’espulsione di meconio avviene tra il 1° e il 2° giorno di vita del gattino, dopodichè le feci gradualmente assumono la colorazione tipica dell’allattamento (giallo-mostarda). 

Feci nerastre, catramose, con possibili coaguli gelatinosi indicano un sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore, che possono essere dovute a vari cause ( infezione virale, parassiti intestinali…). Contatta immediatamente il veterinario per comprendere quali siano le cause e che trattamento effettuare.

  • ARANCIONE: feci di colore particolarmente arancione possono indicare problemi alla cistifellea o alla bile. Consulta il veterinario.
  • GIALLO: feci gialle, sciolte e/o maleodoranti indicano un’infezione da parassiti intestinali, coccidi, proliferazione batterica: provvedi a raccogliere un campione di feci e portale ad esaminare dal veterinario.
  • VERDASTRE: le feci verdastre possono indicare una severa infezione batterica. Contatta il veterinario per valutare il trattamento farmacologico più idoneo e ti raccomando di somministrare contemporaneamente al gattino, lontano dall’eventuale antibiotico, fermenti lattici (che siano fermenti specifici per gatti, non quelli destinati ad uso umano)

Le feci di colore giallo-verdastro potrebbero essere sintomo di giardia.

Il colore verde può anche essere dovuto ad accumulo di biliverdina (prodotta dalla bile). Se il gattino non ha evacuato per alcuni giorni o se non si è svuotato completamente, la biliverdina può essersi accumulata nelle feci. In questo caso, pur valutando attentamente anche la possibile infezione batterica, puoi procedere con un clisterino per liberare il gattino. Se la causa era la stitichezza prolungata, le feci riprenderanno il loro colore. 

  • GRIGIASTRO: feci con colore che sembra grigiastro indicano sovralimentazione, mancanza di probiotici o di bile. Somministrare probiotici (es. Fortiflora) valutare di ridurre la quantità e/o la frequenza dei pasti (ovviamente tenendo presente lo schema di crescita del gattino e le sue necessità minime relative a quanto latte debba  assumere nelle 24 h), ricordati che il gattino deve sempre aumentare di peso, giorno dopo giorno (idealmente circa 10 g/giorno).
  • BIANCASTRO: feci di colore pallido indicano che il gattino non riesce ad assorbire nutrienti dal cibo. Possono anche avere grumi e aspetto tipo “ricotta”. In questo caso possono aiutare probiotici o enzimi digestivi per gatti. Tuttavia vanno anche attentamente valutate le cause di malassorbimento, quindi ti consiglio di consultare il veterinario.

Feci beige possono anche essere sintomatiche di uno svezzamento troppo precoce. Se il gattino presenta feci di questo colore e ha iniziato da poco lo svezzamento, fai un passo indietro e ritorna ad alimentarlo nuovamente con il latte. Verifica che abbia raggiunto l’età idonea ad essere svezzato, che siano spuntati i premolari (in questo articolo lo spiego chiaramente) e piuttosto attendi qualche giorno in più.

Questa colorazione può essere data anche da una sovrailmentazione.

  • MUCOSE: feci con presenza di muco, chiare, viscide, di colore che può virare al biancastro/giallino, indicano un intestino irritato. E’ possibile che il gattino abbia coccidi o altri parassiti intestinali: tienilo sotto controllo, provvedi a raccogliere un campione di feci e portale ad esaminare dal veterinario.
  • CHICCHI BIANCHI NELLE FECI: minuscoli chicchi biancastri nelle feci, tipo semini di sesamo, indicano malassorbimento o disfunzioni epatiche. Valutare quale tipo di latte stia assumendo il gattino ed eventualmente fare il passaggio ad un altro latte consigliato. Se il problema persiste, consultare il veterinario.

Spero di averti aiutato a comprendere che il colore e la consistenza delle feci possano dirti molto sullo stato di salute e sulle problematiche che possono comparire nel gattino. Ti raccomando sempre di rivolgerti al tuo veterinario per avere un confronto e per una valutazione attenta della sintomatologia, in modo da poter intervenire nel modo più appropriato e tempestivo.

chi sono

Sono Ilaria, mi occupo da sempre di gatti e dal 2014 soccorro in particolare gattini neonati, orfani o abbandonati. Amo studiare tutto ciò che riguarda la loro crescita e i problemi che incontrano per sopravvivere. Sono Consulente in Relazione Felina e vorrei promuovere la giusta informazione sul complesso comportamento dei gatti. Questo blog nasce dal desiderio di racchiudere quante più informazioni possibili sul piccolo, delicato e meraviglioso mondo dei gattini, per fare in modo che chiunque possa, a sua volta, salvare una vita nel migliore dei modi.

Ultimi articoli